Bacteroides fragilis

Il Bacteroides fragilis è un batterio anaerobio, Gram-negativo, a forma di bastoncello, appartenente alla famiglia delle Bacteroidaceae.

Le infezioni da Bacteroides fragilis sono spesso infezioni miste aerobiche-anaerobiche.

Le infezioni anaerobiche miste possono verificarsi quando la normale flora colonizzata da microrganismi anaerobici (comprese le membrane mucose della bocca o del tratto gastrointestinale) viene disturbata, ad esempio a causa di interventi chirurgici o lesioni.

Il Bacteroides fragilis causa i seguenti modelli di malattia:

  • Infezioni da perforazione e da ferita

  • Peritonite (infiammazione del peritoneo)

  • Appendicite (infiammazione dell'appendice vermiforme)

  • Infezioni ginecologiche

  • Polmonite da aspirazione

  • Ascessi

Il Bacteroides fragilis appartiene alla normale flora batterica dell'uomo e degli animali, soprattutto come germe intestinale.

Rilevanza del patogeno nella trasmissione in endoscopia

  • Gastroenterologia: alta

  • Pneumologia: bassa

  • Otorinolaringoiatria: non rilevante

  • Urologia: bassa

Rilevanza per la sorveglianza degli endoscopi*

  • Organismo ad alto rischio

Via di trasmissione

La colonizzazione umana da parte del Bacteroides fragilis avviene spesso nei primi anni di vita. Le infezioni sono quindi per lo più endogene.

Resistenza agli antibiotici

I Bacteroides fragilis presentano una marcata resistenza agli antibiotici, in particolare agli antibiotici beta-lattamici, oltre che agli aminoglicosidi e alle tetracicline.

Fonti e ulteriori pubblicazioni

  1. Bacteroides spp., Infektionsnetz Österreich, http://www.infektionsnetz.at/test/erreger/erreger_bacteroides.htm. Accesso effettuato il 29.06.2021.

  2. Gries O, Ly T: Infektologie – Kompendium humanpathogener Infektionskrankheiten und Erreger, Springer-Verlag Berlin Heidelberg 2019.

  3. Multidrug-Resistant Bacteroides fragilis, Centers for Disease Control and Prevention, https://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm6234a2.htm. Accesso effettuato il 29.06.2021.

  4. Nelson DB. 2003. Infection control during gastrointestinal endoscopy. J. Lab. Clin. Med. 141:159–167.

* Questo batterio è anaerobico, pertanto non cresce su agar di sorveglianza (rilevante, ad esempio, in situazioni di epidemia).